Seleziona una pagina

Casa Moretti: la casa-museo sul Porto Canale

da

Home / Arte&cultura - Esperienze e itinerari / Casa Moretti: la casa-museo sul Porto Canale

La casa sul canale di Cesenatico, la casa di Marino Moretti. Uno spazio, dove l’orologio della storia sembra fermarsi in una diapositiva che ci riporta indietro nel tempo e che trascende i secoli. Un luogo dove la letteratura e la poesia incontrano la memoria, l’arte, le tradizioni e i sapori di un piccolo paese romagnolo, che si fondono con la dinamicità della cultura internazionale dell’epoca. Un luogo che racconta una storia di vita fatta di quotidianità, riservatezza e piccoli gesti del caro nido famigliare, ma anche di eventi che cambiano il corso dell’esistenza.

Marino Moretti e Cesenatico
È qui, nella casa sul Porto Canale cosiddetto leonardesco, che il celebre scrittore e poeta crepuscolare nasce nel 1885, vive e trae ispirazione per la sua vita poetica, guardando fuori dalla finestra del suo studio. La casa natale è, infatti, più volte citata nelle sue opere a partire da Poesie scritte col lapis, Il Romanzo della mamma o I puri di cuore nel suo indissolubile rapporto con il mare (“Colui che è cresciuto in riva al mare non se ne può distaccare, anche per poco, senza piangere.”), il canale e la sua terra, “Cesenatico è tutta qui”, che sanno tanto di casa anche quando si trova lontano per studio o lavoro.
Cesenatico, il paesino di provincia da cui si allontana per scoprire il mondo, dove ritorna dopo vari periodi in cui vive lontano dalla sua patria (da Bologna, a Firenze, a Roma, a Parigi, a Bruges) – testimone silenziosa una valigia, ancora ben conservata, che accompagna il poeta nei suoi viaggi – e dove infine tra le mura della sua amata casa muore, nel 1979. 94 anni di vita del poeta e della sua famiglia tramandati grazie alla casa-museo, che è stata lasciata in eredità alla città di Cesenatico e ai posteri su volontà dell’autore stesso, tramite testamento nel 1978, desiderio che verrà realizzato dalla sorella Ines, qualche anno più tardi dalla sua morte.

La casa-museo
L’abitazione, completamente conservata, è un archivio vivente con più di 6.000 libri, documenti, manoscritti, carte autografe e opere, ma non solo. Parlano del poeta gli oggetti e i mobili dello studio, che si affacciano sul Canale, in particolare lo scrittoio; “la galleria dell’amicizia”, ricca di fotografie e quadri, tra cui alcuni del grande de Pisis, che per un periodo soggiorna anche lui nella casa; le migliaia di epistole che raccontano di tantissime amicizie condivise con i più grandi artisti italiani del ‘900 e la tartaruga Cunegonda, compagna fedele del poeta, che visse per anni nel giardinetto interno dell’abitazione.

Il Premio Moretti e gli eventi
Oggi la casa-museo è un importante centro studi del secolo scorso e sede del rinomato premio di filologia e critica letteraria “Marino Moretti”
, divenendo così un luogo per “lo studio, l’istruzione, l’educazione”, proprio come l’aveva pensata il poeta; infatti sono molteplici le attività ed eventi culturali, volti alla conservazione e alla valorizzazione del patrimonio letterario, che vengono realizzati, tra cui incontri, mostre, convegni, corsi di aggiornamento e visite guidate, in particolare dedicate alle scuole.

Visit Cesenatico arte cultura Casa Moretti