Seleziona una pagina

Pesce azzurro dell’Adriatico tra tradizione e specialità culinarie

da | Apr 6, 2021

Home / Enogastronomia - Esperienze e itinerari / Pesce azzurro dell’Adriatico tra tradizione e specialità culinarie

Cesenatico con le sue case colorate che si affacciano sul Porto Canale, i capanni da pesca lungo il molo, le barche ormeggiate alla Darsena dei pescatori affonda le sue origini e le sue tradizioni nell’antica arte della pesca. Il pesce azzurro, tipico pescato delle acque dell’Adriatico, è ciò che ha portato lustro al borgo di marinai, ma era già un alimento molto rinomato fin dall’antichità. Scopriamo insieme la storia, le curiosità e la cucina di questo alimento caratteristico di queste zone e della dieta mediterranea.

Il pesce azzurro usato dagli antichi Romani
Per comprendere l’importanza del pesce azzurro, tipico pescato della Riviera Romagnola, basta fare un passo indietro nella storia e troveremo sgombri, sardine e acciughe, impiegati per produrre la più famosa salsa degli antichi romani, il garum. L’uso del pesce azzurro nelle salse è continuato nei secoli a venire, con un ruolo di primo piano nell’alimentazione delle popolazioni costiere. Dal settecento grazie alla diffusione della tecnica di conservazione sott’olio, tramandata fino ai nostri giorni, entra a pieno titolo anche sulle tavole dell’entroterra.

Pesce azzurro: specie scientifica o definizione amatoriale?
Il nome di “pesce azzurro”, la cui zona tipica di pesca è il Mare Adriatico, è di uso comune e non corrisponde ad una definizione scientifica di specie. Si definiscono azzurri quei pesci dalla colorazione dorsale blu scuro (ma spesso è presente anche un po’ di verde) e ventrale argentea. Generalmente sono di piccole dimensioni. Possono essere considerati azzurri anche molti pesci che, per dimensioni e forme, non hanno nulla in comune con gli azzurri, più conosciuti come la sardina e l’alice, mentre, ad esempio, il tonno e il pesce spada, il cui colore è senza dubbio azzurro.

Gli attrezzi usati per la pesca
Per la pesca vengono utilizzati diversi sistemi ed attrezzi. Questi ultimi sono principalmente le reti, gli ami e gli attrezzi. Le reti possono essere:

– da posta, con le quali si chiudono spazi di mare e si catturano le prede che vanno ad impigliarsi su di esse;
– da circuizione, con le quali si circondano i branchi di pesci che vengono catturati quando le reti si tirano a bordo;
– volanti, ossia reti da traino che lavorano a diverse profondità e vengono trainate da due natanti;
– a strascico, tirata da terra o al rimorchio di un natante.

Le ricette della tradizione culinaria a base di pesce azzurro
Il pesce azzurro, che si distingue per l’elevato valore nutrizionale, l’alta digeribilità e la ricchezza di grassi insaturi, si presta alla preparazione di innumerevoli ricette, che costituiscono un patrimonio della tradizione culinaria regionale. Le ricette sono state raccolte a cura dell’Ass. Ristoratori di Cesenatico, che ogni anno pubblica una guida.

Se desiderate assaggiare una di queste prelibatezze e conoscere da vicino la cucina tipica di Cesenatico, leggete anche 3 sagre gastronomiche dedicate al pesce.

Visit Cesenatico enogastronomia pesce azzurro dell Adriatico