Seleziona una pagina

5 cose inedite da vedere a Cesenatico

da | Apr 7, 2021

Home / Arte&cultura - Esperienze e itinerari / 5 cose inedite da vedere a Cesenatico

Cesenatico tra le città sulla Riviera romagnola colpisce per la sua caratteristica e affascinante allure, che la contraddistingue come località di mare e nello stesso tempo antica cittadina culturale. Non molti sanno infatti che offre tantissime attrazioni in ogni periodo dell’anno, spaziando da arte e cultura a bellezze naturali e paesaggistiche.

Ecco 5 cose inedite da vedere durante un soggiorno a Cesenatico, per chi la visita per la prima volta, ma anche per chi ne è già innamorato: infatti tante sono le curiosità e le novità che la cittadina propone anche ai più esperti conoscitori.

  1. Il centro storico di Cesenatico e l’antica torre
    Il centro storico si sviluppa ai lati del porto, che parte dal Ponte di San Giuseppe come prolungamento di un canale proveniente dall’entroterra e infine sfocia in mare dopo un percorso ricurvo. All’ingresso di Cesenatico, in un appezzamento di terreno sul lato meridionale del canale, sono ancora visibili i ruderi dell’antica torre Malatestiana, andata distrutta durante l’ultima guerra, che serviva a difendere la città dagli attacchi esterni.
  2. Colonne bizantine
    Ai lati del ponte sul canale di via Aurelio Saffi è possibile ammirare le Colonne bizantine in granito rosa, splendidamente conservate: testimonianza della dominazione veneziana su Cesenatico. Piccola curiosità: una delle colonne avrebbe dovuto ospitare la statua del patrono locale, mentre l’altra il simbolo della città di Venezia, il leone.
  3. Il primo Monumento in Italia dedicato a Garibaldi
    In piazza Pisacane, proprio al termine del ponte principale sul canale, è collocato il monumento a Garibaldi, il primo eretto in Italia (1884) in memoria dell’eroe dei due mondi. Garibaldi infatti salpò dal Porto Canale di Cesenatico, in difesa di Venezia, il 2 agosto 1849.
  4. Teatro comunale
    Edificio neoclassico, inaugurato nel 1865, ha subito lavori di ampliamento e numerosi restauri, avvenuti per i danni causati alla struttura durante la guerra e nei decenni successivi: infatti fino agli anni ‘70 venne usato come dimora di fortuna. Venne riaperto al pubblico solo nel 1992. L’interno è decorato da diverse opere artistiche, tra cui si ricorda il celebre velario, opera del pittore Pompeo Randi, che rappresentava Leonardo Da Vinci intento a discutere con il duca Borgia e che è ormai andato distrutto, ma di cui oggi si può ammirare una copia. Il teatro si trova in viale Mazzini nel centro di Cesenatico, non lontano dal Porto Canale, ed è sede di numerosi spettacoli di prosa e opera lirica.
  5. Villini in stile liberty
    Passeggiando nella zona di viale Anita Garibaldi e viale Carducci è possibile scoprire una serie di ville in stile Liberty, di cui la più prestigiosa è Villa Pompili. Queste residenze sono memoria storica del periodo di fine ‘800 inizi del ‘900, quando venne realizzata l’opera di pianificazione urbanistica, che vide il riassetto dell’intera cittadina in pieno sviluppo balneare. A molti privati venne dunque concesso il terreno per costruire le loro residenze estive secondo l’architettura e il gusto di quegli anni: la Belle Epoque.

Conoscevate queste curiosità? Da quale parte di Cesenatico siete più attratti?
Per approfondire la sua origine legata al mare,
leggete anche Itinerario attraverso la Cesenatico marinara.

Visit Cesenatico arte cultura 5 cose inedite